Wellmicro logo

Neurologia

Tabella dei Contenuti

Funzionamento Asse Intestino-Cervello e Ruolo dell’Esercizio Fisico

Il microbiota dell’intestino è un ambiente diversificato che ospita la maggior parte dei nostri microbi batterici.

Tale microsistema è in simbiosi con l’organismo multicellulare circostante e contiene una diversità di specifici phyla batteri che supportano la salute generale.

Quando tale diversità viene a diminuire, si possono verificare diverse conseguenze sistemiche, come disagi gastrointestinali e psicologici, che interessano l’asse intestino-cervello (gut-brain axis).

L’assunzione di probiotici migliora i disturbi sia intestinali sia cerebrali. Inoltre, recenti studi dimostrano che anche l’esercizio aerobico migliora la diversità e l’abbondanza di phylum Firmicutes.

Lo scopo di questa review è spiegare il funzionamento dell’asse intestino-cervello ed esaminare il ruolo dell’esercizio fisico in tale asse comunicativo.

Leggi l’articolo

Microbiota e Sonno

Il sonno gioca un ruolo fondamentale nel mantenimento di una buona salute psico-fisica, può influenzare i livelli ormonali, l’umore e il peso.

Recenti studi, focalizzati sull’interconnessione tra microbiota intestinale e disturbi del sonno, hanno mostrato la crescente importanza di un microbiota intestinale sano ed equilibrato per la salute dell’ospite. Infatti, sia i problemi del sonno che la disbiosi del microbiota intestinale possono portare a diversi disturbi.

Lo scopo principale dello studio che condividiamo oggi è quello di rilevare i cambiamenti nella composizione del microbiota intestinale e la produzione di citochine infiammatorie associate all’insonnia.

Il microbiota intestinale può fungere da importante indicatore per la diagnosi ausiliaria dell’insonnia, oltre che fornire informazioni utili ad individuare nuove possibili nuove terapie.

Leggi lo studio

Gut-Brain Axis: Filo Diretto tra Intestino e Cervello

L’incremento di evidenze scientifiche che collegano i batteri nell’intestino e i neuroni nel cervello (l’asse microbiota-intestino-cervello) ha portato ad un cambiamento di paradigma nelle neuroscienze.

Comprendere i meccanismi neurobiologici che supportano la rilevanza delle azioni mediate dal microbiota intestinale per la fisiologia cerebrale e il funzionamento neuronale è un’area di ricerca chiave.

Questa review diretto tra intestino e cervello.pdf evidenzia come il microbiota stia emergendo come regolatore chiave della funzione e del comportamento del cervello.

Sulla base delle più recenti scoperte, si suggerisce come l’interazione tra dieta e microbiota intestinale rappresenti un input senza precedenti per condurre nuove ricerche che possano collegare cibo e umore.

Nell’articolo vengono anche proposti nuovi approcci per studiare l’asse microbiota intestinale-cervello e, infine, per manipolare questa relazione al fine di aumentare il benessere mentale.

Leggi l’articolo

Microbiota e Alzheimer

È ormai noto che la nutrizione svolga un ruolo importante nella patogenesi della malattia di Alzheimer e che il microbiota intestinale sia un attore chiave in questi processi.

I cambiamenti nella dieta (sia negativi che positivi) possono influenzare la composizione del microbioma, influenzando così l’asse intestino-cervello e il conseguente rischio di progressione della malattia di Alzheimer.

Nella review segnalata si fa il punto sulla relazione tra microbiota intestinale e dieta con il rischio di progressione o insorgenza della malattia di Alzheimer.

Vengono discussi i meccanismi potenzialmente coinvolti in questi processi, nonché il potenziale terapeutico dei probiotici e dei prebiotici.

Leggi la review completa